Il percorso di studi del Liceo delle Scienze umane è orientato alla comprensione e alla gestione delle relazioni umane, dei fenomeni sociali e culturali (come i mass-media, i processi migratori, i pregiudizi, la globalizzazione), dei processi educativi. Studiare le scienze umane consente di diventare cittadini consapevoli della complessità del mondo contemporaneo e di maturare una visione globale e critica della società, di comprendere a fondo le dinamiche psicologiche personali e interpersonali, di approfondire la riflessione sull’uomo nei suoi vari aspetti che è tipica della formazione liceale, fondata sullo studio delle discipline storico-filosofiche, artistico-letterarie e scientifiche.

 

Le scienze umane, che in questo indirizzo sono raggruppate in un’unica materia fortemente caratterizzante, costituiscono in realtà un campo di studi molto ampio e pluridisciplinare, che comprende la psicologia cognitiva, la psicologia dello sviluppo, la psicologia sociale, la psicologia della comunicazione, la psicologia dell’educazione, la sociologia (generale, politica, economica, scolastica, delle religioni, della comunicazione), l’antropologia culturale, la pedagogia e le scienze della formazione, con significativi richiami all’etologia, alla metodologia della ricerca, alla statistica, alla biologia evolutiva e alle neuroscienze.

 

Fra gli argomenti di studio, si incontreranno, per esempio, la mente, l’intelligenza, le emozioni, la malattia mentale, la comunicazione non verbale, l’influenza sociale, le dinamiche dei gruppi, la devianza, le istituzioni sociali, la televisione e i media digitali, lo sviluppo psicologico dei bambini, adolescenza e identità, democrazia e totalitarismo, le culture dei popoli lontani, la scuola come fenomeno sociale, la famiglia, i metodi della ricerca nelle scienze umane, l’educazione nelle diverse epoche.

 

Progetti

Nell’ambito delle scienze umane il nostro Istituto propone ogni anno diversi progetti, fra i quali le lezioni-dibattito con un antropologo, incontro con testimoni privilegiati di situazioni socialmente rilevanti (giornalisti, magistrati, direttori di istituti penitenziari e di case di riposo, migranti, rifugiati, volontari in situazioni di crisi e di guerra, assistenti sociali, educatori, esperti nelle varie discipline delle scienze umane), progetti educativi di sensibilizzazione sulle discriminazioni e sulle violenze in ambito familiare e sociale, progetti sulla lotta alle mafie e sulla cittadinanza democratica, progetti orientati alle life skills (riflessione sulla morte, sulla bioetica, sulle competenze emotive e relazionali), espressione corporea attraverso il teatro, animazione teatrale in carcere, pet therapy.

 

Prospettive future

Gli sbocchi universitari più diretti sono quindi: le facoltà umanistiche (lettere, storia, filosofia, etc.), quelle legate alle scienze umane (psicologia, sociologia, scienze della formazione, scienze dell’educazione), quelle dell’area medica e sanitaria (medicina e chirurgia, scienze infermieristiche, logopedia, fisioterapia). Tale indirizzo offre anche la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro nell'ambito dell'assistenza socio-sanitaria e di accedere a tutti i concorsi pubblici che non richiedano la laurea.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.